Il ritorno dei Pink Floyd: “Hey Hey Rise Up”

Sicuramente l’avete già ascoltata.

A distanza di quasi 30 anni dall’album “The Division Bell” i Pink Floyd tornano con un nuovo brano, un inedito, a sostegno della popolazione ucraina, “Hey, Hey, Rise Up”, pubblicato con un video ufficiale legato a una raccolta fondi organizzata dalla band britannica. Nel brano, suonato da Gilmour e Mason, affiancati da Guy Pratt al basso e Nitin Sawhney alle tastiere, è stata inserita la voce di Andriy Khlyvnyuk, cantante ucraino della band Boombox che ha interrotto il tour negli Stati Uniti ed è tornato a Kiev per difendere il suo paese. La traccia vocale è stata estratta da una clip divenuta virale lo scorso febbraio e che vede l’artista cantare in una piazza deserta a Kiev. In un comunicato stampa il leader della band David Gilmour ha detto di essere rimasto molto colpito dal video. Gilmour, che ha una nuora e un nipote ucraini, ha detto: “Noi, come tanti altri, abbiamo percepito la furia e la frustrazione di questo vile atto verso un paese democratico indipendente e pacifico che è stato invaso e il suo popolo assassinato”. L’immagine che accompagna la canzone è un girasole, ed è stata ispirata da un video virale che mostra una donna ucraina che insulta due soldati russi armati, dicendo: “Prendete questi semi e metteteveli in tasca. In questo modo i girasoli cresceranno quando tutti voi riposerete qui”. Pink Floyd: “Hey Hey Rise Up”. Presente nella playlist “Doubleslider Apr2022 Step 2“. Su Spotify.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...