Marcus King: il paludoso “Rescue Me”

Marcus King: il paludoso “Rescue Me”. Marcus King cerca la salvezza nel nuovo singolo “Rescue Me”. Il brano è tratto dal prossimo album del giovane bluesman, “Young Blood”, in uscita il 26 agosto 2022. Secondo King, “Rescue Me” è uno dei brani più diretti del suo prossimo album ed è stato scritto pensando a uno dei suoi ricordi personali più difficili. “Rescue Me” scende nel mio io profondo”, riflette King. “Questa canzone è un vero e proprio grido d’aiuto, una delle tracce meno metaforiche del disco e un ricordo difficile da rivivere ogni notte, ma importante da ricordare”. Ha aggiunto: “Questa è anche una delle prime volte in cui ho collaborato con un buon amico, l’artista/scrittore Andrew Gabbard, di grande talento”. In una precedente dichiarazione, King ha rivelato: “Mi stavo abbandonando completamente. Non è un segreto. Sono stato davvero in difficoltà per un po’ di tempo. Stavo cercando di elaborare la morte di membri della famiglia e stavo assumendo i farmaci sbagliati”. “Young Blood” sarà il primo album di King dopo “El Dorado” del 2020 ed è il suo quinto disco in assoluto. Anche “Young Blood” è stato interamente registrato in live take e prodotto da Dan Auberach dei Black Keys, che ha detto di King: “Marcus ha l’anima del sud come parte fondante della sua musica. Queste canzoni sono vere e proprie esibizioni dal vivo”. [fonte: Matt Owen su Guitar World]. Marcus King: “Rescue Me”. Presente nella playlist “Doubleslider May2022 Step 3“. Su Spotify.

Paolo Tolu presenta: Bebaloncar a “Classic Rock Today”

Paolo Tolu presenta: Bebaloncar a “Classic Rock Today”. Le proposte recenti in arrivo dalle multiformi contaminazioni del rock: hard e prog, psyco e garage, blues e folk… Turn it up!!! Su Spotify.

Dietro al nuovo appellativo Bebaloncar si nasconde il bolognese Riccardo Scannapieco, da una trentina d’anni mina vagante del rock alternativo italiano: passando tra garage e costanti riferimenti ’60s, si è impegnato in tanti progetti, poi dissolti in un attimo o poco più. Il nuovo album è espressione di un suo momento difficile, un lutto, e una cappa decadente pesa ovunque. Ma come spesso succede, dalle esperienze più tormentate nascono momenti intensi per tutti noi che ci limitiamo ad ascoltare.
Bebaloncar – Suicide Lovers (27 marzo 2022)

Per ascoltare interamente questa puntata di “Classic Rock Today!” di Paolo Tolu potete cliccare qui sotto

Caamp: il nuovo singolo è “Lavender Girl”

Caamp: il nuovo singolo è “Lavender Girl”. Il nuovo album dei Caamp, “Lavender Days” uscirà il 24 giugno 2022. Nel frattempo pubblicano il singolo “Lavender Girl”, accompagnato da un video animato diretto da Stefano Bertelli. Descritta come la “canzone spirituale” del disco del cantante Taylor Meier, “Lavender Girl” è una splendida ballata pubblicata proprio in tempo per l’estate. All’inizio di questo mese i Caamp hanno pubblicato la canzone “Believe“, una travolgente dichiarazione di devozione in pieno stile Caamp. Attualmente è al secondo posto nella classifica radiofonica americana ed è il brano più ascoltato sul canale Spectrum di Sirius XM. “Believe” si trova al 4 ° posto nella classifica Triple A, dove i Caamp sono di casa. “Lavender Days” è stato prodotto dai Caamp e da Beatriz Artola (Fleet Foxes, Adele, Sharon Van Etten). La prima registrazione è avvenuta nello studio di Sylvan Esso, appena fuori Durham, Carolina del Nord, già nel mese di febbraio 2021. Quando è arrivato il momento di finire il disco, i ragazzi sono tornati a casa a Columbus, Ohio, per concludere il lavoro con l’aiuto di Artola, come hanno sempre fatto, nel loro umile studio di casa – solo loro e i loro strumenti, nella loro città natale. “Lavender Days” è disponibile per il pre-order incluso un vinile trasparente esclusivo sul sito web della band: www.caamptheband.com. [fonte: Mom and Pop Music]. Caamp: “Lavender Girl”. Presente nella playlist “Doubleslider May2022 Step 3“. Su Spotify.

Van Morrison: arriva “Stage Name” dal suo 43° album

Van Morrison: arriva “Stage Name” dal suo 43° album. The Man è al top della forma e pieno di energia e grinta: la sua voce non è certo quella di un 76enne. Il suo nuovo album è in circolazione già da alcune settimane e arriva sulla scia di “Latest Record Project, Vol. 1“, il doppio album del 2021 in cui Van Morrison ha scatenato tutte le sue frustrazioni per essere stato bloccato durante la pandemia di Covid-19. “What’s It Gonna Take?” vede il cantante impegnato a ribadire tutte le sue lamentele. Lo si intuisce chiaramente dalla copertina, una coppia controllata dalla mano di un burattinaio invisibile: un’immagine che conferma la convinzione di Morrison che il governo e altre forze oscure stiano cospirando per togliere il libero arbitrio all’uomo comune. Il fatto che non sia stato in grado di lavorare durante i primi mesi della pandemia ha alimentato la rabbia di Morrison. I ripetuti riferimenti di Morrison a Bill Gates, Mark Zuckerberg, alle notizie false e al controllo mentale sono sempre in primo piano. Ma Van Morrison è soprattutto un cantautore e non c’è sempre bisogno di essere d’accordo con il suo punto di vista. 79 minuti di invettive e prediche, però, possono costituire un problema. Il disco scorre piacevolmente e svolge appieno la sua funzione di stimolo a discostarsi dal pensiero mainstream e vedere le cose da un altro punto di vista, anche se solo temporaneamente. È la fotografia dello stato d’animo di un uomo in un periodo storico difficile. Suonato magnificamente. [fonte: AllMusic]. Van Morrison: “Stage Name”. Presente nella playlist “Doubleslider May2022 Step 3“. Su Spotify.

Paolo Tolu presenta: Anand Wilder a “Classic Rock Today”

Paolo Tolu presenta: Anand Wilder a “Classic Rock Today”. Le proposte recenti in arrivo dalle multiformi contaminazioni del rock: hard e prog, psyco e garage, blues e folk… Turn it up!!! Su Spotify.

Anand Wilder per una dozzina d’anni è stato artefice di un gradevole pop psichedelico con i newyorkesi Yeasayer, sciolti nel 2019, e ora ci prova con un album solista figlio del lockdown, come tanti altri di questo periodo. Sono registrazioni casalinghe notturne, a ricreare atmosfere semi-acustiche anni ’70. A vedere il ritratto della copertina, non sembra uscito troppo rilassato dall’esperienza, ma in questo brano ci regala l’illusione di risentire la voce e il songwriting di George Harrison.
Anand Wilder – Fever Seizure (25 marzo 2022)

Per ascoltare interamente questa puntata di “Classic Rock Today!” di Paolo Tolu potete cliccare qui sotto

“Doubleslider May2022 Step 3”. What’s coming up on my sliders. Playlist su Spotify

“Doubleslider May2022 Step 3”. What’s coming up on my sliders. Playlist su Spotify. Questa settimana ho scelto 25 canzoni dopo averne ascoltate circa 150. Ne è uscito un mix appagante già al primo ascolto. Quando ho visto Van Morrison tra le novità della settimana, il mio dito indice ha premuto play senza alcuna esitazione. Van è uno dei miei artisti preferiti (anche se negli ultimi due anni alcune sue posizioni mi hanno spiazzato); ma poi, addentrandomi nella jungla dei new singles, mi sono apparsi anche altri nomi che mi hanno attratto magneticamente. Ci sono persino i Chicago, che ho inserito più che altro per quello che hanno rappresentato nella mia adolescenza. Questa settimana c’è una certa varietà. È stata una settimana calda e faticosa. Versatevi qualcosa di fresco e dissetante e godetevi: Van Morrison, The Black Keys & Billy F. Gibbons, Datcha Mandala, Caamp, Marcus King, ZZ Top, SJoanne Shaw Taylor & Kenny Wayne Shephers, Scorpions, Def Leppard, Mavis Staples & Levon Helm, Classless Act & Vince Neil by Mötley Crüe, LeAnn Rimes + Ziggy Marley + Ledisi & Ben Harper, Semantics, Porcupine Tree, Tony Joe White, Chicago, Journey, Built To Spill, Mando Diao, Larkin Poe, The Luka State, Alexisonfire, Delta Spirit, The Wonder Years, Sheafs. “Doubleslider May2022 Step 3“. Playlist su Spotify. Buon ascolto.

Adia Victoria è tornata con “Ain’t Killed Me Yet”

Adia Victoria è tornata con “Ain’t Killed Me Yet”. L’anno scorso Adia Victoria ha pubblicato il suo terzo album “A Southern Gothic“, che è stato prodotto da T-Bone Burnett e vantava la collaborazione di artisti del calibro di Matt Berninger, Jason Isbell e Margo Price. Ora è tornata con un nuovo singolo, “Ain’t Killed Me Yet”, in concomitanza con la partenza del suo tour. Ecco come la musicista di Nashville ha parlato del brano: “C’era poco da celebrare nella vita durante la primavera del 2020, se non il fatto di essere vivi. Con lo stop alla musica dal vivo, sono stata costretta a trovare un nuovo modo di vivere. Ho accettato un lavoro in Amazon per pagare le bollette, con turni da 10 ore e gli occhi rossi. Correvo per strade deserte alle 2 del mattino, cercando di scansare un virus a cui non riuscivo a dare un senso; la vita era vissuta nella minima immediatezza, un respiro dopo l’altro. Quella primavera chiudevo ogni annotazione del mio diario con “La vita non mi ha ancora ucciso“. “Ain’t Killed Me Yet” è l’esistenzialismo blues ridotto all’osso. Quando il futuro è incerto, l’immediatezza dei piaceri e dei vagabondaggi del presente è tutto ciò che conta. Ho scritto “Ain’t Killed Me Yet” mentre ero al volante diretta a un magazzino dove la morte era una possibilità reale”. [fonte: Stereogum]. Adia Victoria: “Ain’t Killed Me Yet”. Presente nella playlist “Doubleslider May2022 Step 2“. Su Spotify.

Viagra Boys: un anticipo del nuovo album con “Troglodyte”

Viagra Boys: un anticipo del nuovo album con “Troglodyte”. I Viagra Boys, la band post-punk di Stoccolma, torna con il nuovo singolo “Troglodyte”, estratto dal loro album annunciato di recente “Cave World” in uscita l’8 luglio 2022. È un’esplorazione motivante e ottimista nel caos e nella confusione degli eventi attuali attraverso il confronto dell’uomo moderno con i trogloditi, ovvero gli abitanti delle caverne. Rimuginando sul nostro attuale stato di umanità, pieno di violenza e negazione scientifica, il leader della band Sebastian Murphy osserva: “La gente guarda dall’alto in basso le scimmie come forme di vita primitive, ma noi siamo gli artefici di una società orribile e pigra, dove ci si uccide a vicenda e si iniziano guerre, mentre le scimmie sono in grado di amare e sentire”. I Viagra Boys hanno anche annunciato nuove date live negli Stati Uniti e nell’UE che includono un tour da co-headline negli Stati Uniti dell’autunno 2022 con la band britannica Shame. Il tour dei Viagra Boys prevede una speciale data in Italia per l’estate 2022: mercoledì 24 agosto saranno all’AMA Music Festival di Bassano del Grappa (VI). Una seconda data italiana è prevista al Fabrique di Milano il 15 dicembre 2022. [fonte: BPM Concerti]. Viagra Boys: “Troglodyte”. Presente nella playlist “Doubleslider May2022 Step 2“. Su Spotify.

Paolo Tolu presenta: Bilderbuch a “Classic Rock Today”

Paolo Tolu presenta: Bilderbuch a “Classic Rock Today”. Le proposte recenti in arrivo dalle multiformi contaminazioni del rock: hard e prog, psyco e garage, blues e folk… Turn it up!!! Su Spotify.

Non c’è una sola nota di troppo negli oltre sei minuti proposti qui dagli austriaci Bilderburch, da una decina d’anni band top in patria e in Germania. Le atmosfere ricordano i Prefab Sprout anni ’80, ma con in più una tecnica chitarristica sopraffina. Se si vuole andare oltre, si sappia che questo brano non fa parte della manciata di singoli già usciti nei mesi scorsi e poi inclusi nell’album pubblicato ad aprile.
Bilderbuch – Bergauf (7 aprile 2022)

Per ascoltare interamente questa puntata di “Classic Rock Today!” di Paolo Tolu potete cliccare qui sotto

The Hellacopters: il nuovo singolo è “Circus”

The Hellacopters: il nuovo singolo è “Circus”. The Hellacopters stanno attraversano un periodo molto produttivo. L’ultimo album in studio della hard rock band svedese “Eyes Of Oblivion” è uscito ad aprile 2022. Ora annunciano il nuovo EP “Through The Eyes Of The Hellacopters”. Il prossimo EP conterrà quattro bonus track, che in precedenza erano disponibili solo sull’edizione 2CD Box di “Eyes Of Oblivion”: si tratta di “Eleanor Rigby” (cover da The Beatles), “Circus” (cover dai String Driven Thing), “I Am The Hunted” (cover dei G.B.H.) e “I Ain’t No Miracle Worker” (cover da The Brogues). The Hellacopters: “Circus”. Presente nella playlist “Doubleslider May2022 Step 2“. Su Spotify.