Pulled Apart By The Horses. Dal loro album appena uscito ecco “Rat Race”

Il trio alternative di Leeds ha appena pubblicato il nuovo album “Reality Cheque“. Era stato preceduto dai singoli “Rinse And Repeat” e “First World Problems“. Il disco è stato registrato interamente al The Nave di Leeds con il produttore Matt Peel, con cui la band ha potuto esprimere influenze rock classiche che non erano emerse così spiccatamente in passato. I Pulled Apart By The Horses evolvono rapidamente, come spiega il cantante Tom Hudson: “I nostri gusti musicali cambiano ogni mese: quindi non saremo mai il tipo di band che fa sempre lo stesso album. Siamo sempre stati quel tipo di gruppo che, in termini di vendite, è ‘troppo pesante per i ragazzi indie e troppo indie per i ragazzi heavy’, ma è piuttosto bello che la gente non sappia dove collocarci, perché significa che nessuno può facilmente affibbiarci un nome di genere. Ora abbiamo la libertà di essere semplicemente ciò che siamo”. [fonte: Riccardo Cavrioli su Indie For Bunnies]. Pulled Apart By The Horses: “Rat Race”. Presente nella playlist “Doubleslider Oct2022 Step 1” su Spotify.

Ascolta la playlist “Doubleslider Oct2022 Step 1” su Spotify.

The Inspector Cluzo: “Horizon” è il primo singolo dal nuovo album

Bisognerà attendere fino al 27 gennaio 2023 per ascoltare il nuovo album di The Inspector Cluzo. “Horizon” arriva dopo l’LP “We The People Of The Soil” (2018), osannato dalla critica, e l’album live “Brothers In Ideals – We The People Of The Soil Unplugged” (2020). Registrato in tre settimane e prodotto da Vance Powell, vincitore di un Grammy Award , “Horizon” è l’album più profondo e vero che The Inspector Cluzo abbiano mai scritto fino ad oggi. Il primo singolo e la title track furono originariamente scritti 15 anni fa per l’album di debutto della band, ma non furono mai completati, fino alla pandemia. “Horizon” porta apertamente in primo piano gli sforzi della band nella gestione della loro fattoria di famiglia, mentre sperimentano nuove tecniche agro-ecologiche adatte ad affrontare i cambiamenti climatici, salvando specie rare, semi liberi ecc…

In linea con la loro reputazione come una delle band itineranti più prolifiche al mondo (hanno suonato in oltre 1200 spettacoli in 67 paesi fino ad oggi), The Inspector Cluzo hanno terminato il tour di supporto negli Stati Uniti con Clutch e Eels nel 2019, insieme a una serie di festival e apparizioni in tutto il mondo (tra cui Lollapalooza Cile e Brasile) e un primo tour da headliner negli Stati Uniti. Nell’estate del 2022 The Inspector Cluzo hanno suonato su prestigiosi palchi in tutta Europa, incluso il rinomato Hellfest Festival, dove hanno raccolto una folla di 50.000 fan. [fonte: Metal Planet Music]. The Inspector Cluzo: “Horizon”. Presente nella playlist “Doubleslider Oct2022 Step 1” su Spotify.

Ascolta la playlist “Doubleslider Oct2022 Step 1” su Spotify.

Bruce Springsteen: arriva l’atteso album di cover. Si comincia con “Do I Love You (Indeed I Do)”

Venerdì 11 novembre 2022 uscirà il nuovo album di Bruce Springsteen, intitolato “Only The Strong Survive“. Si tratta del ventunesimo album del Boss ed è una vera e propria celebrazione della musica. “Only The Strong Survive” conterrà quindici cover di successi soul, reinterpretati da Springsteen, dai cataloghi di etichette quali Motown, Gamble and Huff e Stax. Impreziositi da The E Street Horns, da arrangiamenti degli archi di Rob Mathes e dai cori di Soozie Tyrell, Lisa Lowell, Michelle Moore, Curtis King Jr., Dennis Collins e Fonzi Thornton.

“Volevo fare un album in cui cantare e basta – ha detto Bruce – E quale musica migliore, per fare tutto questo, se non il repertorio americano degli anni sessanta e settanta? Ho preso ispirazione da Levi Stubbs, David Ruffin, Jimmy Ruffin, The Iceman Jerry Butler, Diana Ross, Dobie Gray, Scott Walker, tra gli altri. E ho provato a rendere giustizia a tutti loro e a tutti gli spettacolari autori di questa musica gloriosa. Il mio obiettivo è permettere al pubblico moderno di fare esperienza della bellezza e gioia di queste canzoni, così come ho fatto io fin dalla prima volta che le ho sentite. Spero che amiate ascoltarle tanto quanto ho amato io realizzarle”. Per anticipare l’album, è uscito in questi giorni il singolo “Do I Love You (Indeed I Do)”, di Frank Wilson. [fonte: Buscadero]. Bruce Springsteen: “Do I Love You (Indeed I Do)”. Presente nella playlist “Doubleslider Oct2022 Step 1” su Spotify.

Ascolta la playlist “Doubleslider Oct2022 Step 1” su Spotify.

Red Hot Chili Peppers: dall’album ormai imminente, il singolo “Eddie”

I Red Hot Chili Peppers hanno pubblicato la nuova canzone “Eddie“, che rappresenta l’ultima anticipazione del prossimo album della band, “Return of the Dream Canteen“. La canzone è stata scritta in omaggio a Eddie Van Halen, scomparso due anni fa. “A volte non ci rendiamo conto di quanto siamo profondamente colpiti e legati agli artisti fino al giorno della loro morte. Eddie Van Halen era unico nel suo genere”, ha dichiarato Anthony Kiedis in un comunicato. “Il giorno dopo la sua morte Flea si presentò alle prove con una bassline emozionante. John, Chad e io abbiamo iniziato a suonare insieme e ben presto, con tutto il cuore, è nata senza sforzo una canzone in suo onore. Era bello essere tristi e preoccuparsi così tanto di una persona che aveva dato così tanto alle nostre vite. Anche se la canzone non parla di Eddie per nome, parla dei suoi primi giorni sul Sunset Strip e dell’arazzo rock’n’roll che i Van Halen hanno dipinto nelle nostre menti. Alla fine, la nostra canzone chiede di non ricordare Eddie per la sua morte, ma per aver vissuto il suo sogno più selvaggio”. “Return of the Dream Canteen” uscirà il prossimo 14 ottobre ed è il secondo album dei RHCP del 2022, dopo “Unlimited Love” di aprile. [fonte: Raccardo Cavrioli su IndieForBunnies]. Red Hot Chili Peppers: “Eddie”. Presente nella playlist “Doubleslider Sep2022 Step 4” su Spotify.

Ascolta la playlist “Doubleslider Sep2022 Step 4” su Spotify.

“Doubleslider Oct2022 Step 1”. What’s coming up on my sliders. Playlist su Spotify.

È sufficiente che il Boss muova un dito e subito si scatena il finimondo. Giusto così. Questa volta Bruce Springsteen ci regala il suo omaggio al soul di Motown, Gamble and Huff e Stax. Sarà un album bello da ascoltare, ne sono sicuro, per scoprire il lato soul di Bruce e la sua visione di questi grandi successi. È una settimana ricca di musica interessante: ho dovuto limitare le selezioni, perché sarebbe nata una playlist di almeno 40 novità discografiche…un po’ troppo. Avremo modo di centellinarle nelle prossime settimane. Prevedo un autunno/inverno veramente ricco di buone vibrazioni. Oggi ho scelto: Bruce Springsteen, No Money Kids, Pixies, The Waterboys, Hardy, Honeycub, Paramore, Surf Curse, The Standstills & Eagles Of Death Metal, All Them Witches, Milly, The Inspector Cluzo, Pulled Apart By Horses, Healing, Johnny Stranger, Th Da Freak, The Reytons, Racing, The Dead Daisies, Dirty Streets, Thorbjorn Risager & The Black Tornado, Arctic Monkeys, Paul Weller, Suzy Quatro, Polyphia & Steve Vay. “Doubleslider Oct2022 Step 1“, playlist su Spotify. Buon ascolto.

Chappaqua Wrestling: il loro nuovo singolo è “Wayfinding”

Arriva dopo il singolo estivo del quartetto di Manchester, “Full Round Table“, che ha aperto la strada all’ottimismo attraverso una serie schiacciante di crisi che colpiscono i più giovani della società a un ritmo allarmante. Il video musicale nostalgico è di Jack Pell; “Wayfinding” continua a guidare gli ascoltatori verso una mentalità più positiva mentre implora: “non dire che la tua vita non sta cambiando”. “‘Wayfinding’ è una canzone che ti guida attraverso gli alti e bassi per fare qualcosa in cui credi davvero”, spiegano i Chappaqua Wrestling. “A volte devi essere forte e ignorare i tempi deprimenti che stiamo vivendo e pensare invece che le cose si stanno muovendo nella giusta direzione. Devi crederci”. [fonte: Dork]. Chappaqua Wrestling: “Wayfinding”. Presente nella playlist “Doubleslider Sep2022 Step 4” su Spotify.

Ascolta la playlist “Doubleslider Sep2022 Step 4” su Spotify.

Doubleslider Back Up. Le playlist di ieri. Sabato 19 marzo 2022

Nella presentazione della playlist “Doubleslider Mar2022 Step 3” di sabato 19 marzo 2022 scrivevo: “Quando il mondo sanguina, l’arte prova a curare le ferite. La guarigione è lenta e non sempre gli effetti sono duraturi o definitivi. Ma le note, i versi, le parole, i colori, i tocchi di pennello, i marmi hanno il potere di diventare una testimonianza indelebile, un insegnamento, un monito. We shall overcome”. Mi riferivo, come si può intuire, al bisogno di bellezza che sentivamo in un momento storico drammatico, che non è ancora terminato e che probabilmente si trascinerà ancora per molto tempo. Quindi, per aprire la playlist, scelsi “We Shall Overcome” in una versione trascinante dei Dropkick Murphys. Ma la canzone che ancora oggi mi riempie il cuore di gioia è “You Got To Move” di Mavis Staples & Levon Helm, contenuta nell’album “Carry Me Home” che sarebbe uscito nel mese di maggio 2022. Levon Helm (The Band) è scomparso nel 2012 e quella è stata l’ultima session di Levon con Mavis Staples, che ricorda quei giorni: “Non mi è mai passato per la mente che potesse essere l’ultima volta che ci saremmo visti. Era così pieno di vita e così felice quella settimana. Era lo stesso vecchio Levon che avevo sempre conosciuto, solo un bellissimo spirito dentro e fuori… Levon sarà sempre con me perché lo porto ovunque io vada. Si certamente. Lo posso vedere in questo momento. E qualche dolce giorno, saremo di nuovo insieme”. Mavis Staples & Levon Helm: “You Got To Move”. Presente nella playlist “Doubleslider Mar2022 Step 3” del 19 marzo 2022. Doubleslider Back Up. Le playlist di ieri.

Riascolta la playlist “Doubleslider Mar2022 Step 3” su Spotify.

Paolo Tolu presenta: Spiral Stairs. A “Classic Rock… Today!”. Puntata #16

Le proposte recenti in arrivo dalle multiformi contaminazioni del rock: hard e prog, psyco e garage, blues e folk… Turn it up!!! Su Spotify.

Da ascoltatore d’altri tempi, non potevo che abboccare all’amo di Scott Kannberg, che sul suo album solista targato Spiral Stairs ha messo in bella vista un’audiocassetta, di quelle registrate in casa. Un disco che rischia di finire su uno scaffale interlocutorio, visto che l’antico gruppo originario, i gloriosi Pavement, sono ritornati in pista dopo decenni e varie false partenze. Rispetto al passato, per “Medley Attack” Kannberg ha preferito un guitar rock senza troppi spigoli creativi, ma alcuni episodi sono meritevoli di attenzione. Spiral Stairs – Time = Cuz (8 luglio 2022). A “Classic Rock… Today!” di Paolo Tolu. Puntata #16. Su Spotify.

Ascolta la playlist “Classic Rock… Today!” di Paolo Tolu. Puntata #16. Su Spotify.

The Blue Stones annunciano il nuovo album e lo anticipano con il singolo “What’s It Take To Be Happy?”

The Blue Stones (Tarek Jafar e Justin Tessier), hanno trascorso l’estate esibendosi senza sosta in tutto il Nord America e pubblicando due singoli mozzafiato, “Don’t Miss” e “Good Ideas“, che anticipano il nuovo album “Pretty Monster“, in uscita il 4 novembre 2022. I Blue Stones hanno concluso la loro estate con un terzo singolo tratto dall’album “What’s It Take To Be Happy?“. Tarek ha dichiarato: “A questo punto, hai provato di tutto. Hai smesso di conformarti, hai smesso di preoccuparti, hai superato il peso della vergogna, della delusione o degli obiettivi non controllati. Ti sei lasciato andare ed è la sensazione più liberatoria che tu abbia mai provato. Non te ne frega niente, ed è fantastico”. Prosegue: “‘Pretty Monster’ è un album dedicato al caos controllato. È una bestia indomita, contenuta in un bellissimo aspetto esterno”. Freschi di esibizioni al WonderBus Music Festival di Columbus, al Denim on the Diamond festival di Kelowna, al CityFolk festival di Ottawa e al Bourbon & Beyond festival di Louisville, The Blue Stones celebreranno “Pretty Monster” con un evento speciale nella loro città natale (Windsor, Ontario) il 3 novembre 2022, prima di attraversare il Canada con un tour da headliner, dal 4 al 25 novembre. [fonti: comunicato stampa + Universo Rock And Metal]. The Blue Stones: “What’s It Take To Be Happy?”. Presente nella playlist “Doubleslider Sep2022 Step 4” su Spotify.

Ascolta la playlist “Doubleslider Sep2022 Step 4” su Spotify.

The Smashing Pumpkins: arriva una rock opera in tre atti. Ecco il singolo “Beguiled”

Sono tornati gli Smashing Pumpkins che hanno annunciato l’uscita del nuovo album “ATUM: A Rock Opera in Three Acts“, pubblicando il primo singolo “Beguiled“. Il disco è una rock opera divisa in tre atti per un totale di 33 canzoni che vanno a chiudere il ciclo cominciato con “Mellon Collie And The Infinite Sadness” e “Machina / The Machines Of God“. L’album “ATUM: A Rock Opera in Three Acts” include 33 brani, come era stato già anticipato da Corgan ben due anni fa in occasione dell’anniversario per i 25 anni di “Mellon Collie“. Una vera e propria rock opera che, come spiegato dal sottotitolo, è divisa in tre atti. Le prime undici canzoni saranno disponibili a partire dal 15 novembre 2022, il secondo atto uscirà il 31 gennaio 2023 e il capitolo conclusivo il 21 aprile 2023. Uscirà anche uno speciale cofanetto contenente le 33 canzoni già pubblicate e 10 tracce extra divise su 5 vinili. Per presentare il nuovo album, Billy Corgan ha prodotto un podcast intitolato “Thirty-Three With William Patrick Corgan” in cui racconterà tutte le tracce della rock opera. Proprio dal podcast si scopre il titolo di un’altra canzone del disco, la prima pensata per “ATUM”, intitolata “Butterfly Suite”. [fonte: Radio Freccia]. The Smashing Pumpkins: “Beguiled”. Presente nella playlist “Doubleslider Sep2022 Step 4” su Spotify.

Ascolta la playlist “Doubleslider Sep2022 Step 4” su Spotify.